Nuovo Cinema Paradiso

"Nuovo Cinema Paradiso" su Wikipedia       <<< torna alla pagina principale

Ho dovuto specificare "versione tagliata" perché le ho viste tutte e due.
Per fortuna ho visto prima la versione da 123 minuti. Un film delizioso, degno dell'Oscar.
Quando Jacques Perrin (anche ottimo attore giovane ne La ragazza con la valigia e in Cronaca familiare) alla fine del film piange sugli spezzoni dei baci, ho pianto copiosamente anch'io.
Poi ho visto la versione integrale da 173 minuti. Un osceno, insopportabile polpettone. Quei 50 minuti in più rovinano il film e, quel che è più sorprendente, ne alterano il senso.
Ovvero, se l'operato di Alfredo (Philippe Noiret) ha un senso e commuove nella versione breve, è assolutamente incomprensibile e contraddittorio nella versione lunga.
Quindi, da parte mia, l'Oscar l'avrei dato soprattutto al montatore che ha deciso la riduzione del film da polpettone a piccolo capolavoro.
A parte questo, il cinema di Tornatore (personaggio che a me non è simpatico quanto lo era a Ennio Morricone) tende sempre all'eccesso, ma è sicuramente un film di serie A, con grandi immagini e idee interessanti (non sempre sviluppate adeguatamente).
Bellissima la musica di Ennio Morricone.